Tre Ragazzi in giro per Roma…

Eccomi qui…tornato dopo più di una settimana fuori casa…
Quello da cui ritorno è stato un viaggio davvero stupendo in cui sono accadute parecchie cose assurde…ma andiamo per ordine…

Tutto comincia una mattina di dieci giorni fa…io e Roberto siamo partiti da Lipari…direzione: ROMA!
Il viaggio non è iniziato nel migliore dei modi…abbiamo fatto una cosa non da poco…cioè perdere 2 (DUE) volte lo stesso treno…….mi spiego meglio…

L’aliscafo ritarda per vari motivi:
1) non so che cazzo ha perso a mare e si è messo a girare in tondo per recuperarlo (probabilmente una roba di salvataggio)
2) doveva fare rifornimento (che culo che abbiamo, eh?)
3) non si trovava il comandante (o almeno così mi è parso di aver capito….sapete…la mattina non sono molto cosciente)

In ogni caso…il ritardo di questo aliscafo ci ha impedito di prendere il treno……quindi decidiamo di andare in taxi fino a Villa, nell’intento di riuscire a raggiungere il treno che si sarebbe fermato lì……con grande fortuna becchiamo un tassista pazzo che correndo come un pazzo (appunto) riesce a portarci a Villa in poco tempo……erano le 10:03…il treno partiva alle 10:10….ma…………………………….è partito in ANTICIPO!!! CAZZO!!! Lo abbiamo sentito partire mentre salivamo le scale e ce lo trovato davanti in movimento……se solo fossimo arrivati 30 secondi prima…..vabè…in ogni caso…aspettiamo 2 ore che arrivi un altro treno e saliamo a bordo……dopo un viaggio abbastanza normale arriviamo a Roma…

Veniamo accolti da un bel diluvio universale (allora l’ho definito tale…ma non immaginavo cosa ci sarebbe successo in seguito..)……….poi ci spostiamo in un paesino dall’arcano nome di Morlupo…..più precisamente a casa di Benedetta…una ragazza talmente gentile e ospitale da poter essere definita una seconda mamma……

Il giorno dopo ci raggiunge Paolo….e la sera partecipiamo ad una grande festa in stile American Pie (casa enorme, alcolici a non finire, 200 ragazzi, accampamenti, usi illeciti delle camere, ecc ecc…)

Il giorno seguente la festa, io e Paolo siamo stati trasferiti a Roma…più precisamente a casa di Francesca…dolce ragazza che ha scelto anche lei (poverazza) di ospitarci…..Roberto invece ha avuto ospitalità da altre parti…ma non credo abbia sentito la nostra mancanza….
Tralasciando l’ospitalità squisita della madre di Francesca e ovviamente della figlia (che aveva anche un fratello da qualche parte che ogni tanto si vedeva), io mi ritrovo a dover convivere in una casa con un petomane che sembrava stimolato dalla mia presenza (Paolo) e un gatto assassino O_O……visto da Francesca come una bestiolina piccola e indifesa, in realtà quel gatto prova un odio viscerale per tutti gli esseri umani tranne i membri della famiglia che lo ospita e stranamente risparmia anche il tecnico della lavastoviglie; da quel che abbiamo sentito gli fa anche le fusa O___O (la prossima volta condurremo una ricerca più approfondita su questo misterioso fenomeno che da tanto tempo affascina chiunque abbia avuto a che fare col demoniaco gatto). Cioè…non so se mi spiego…..il gatto ci soffiava non appena ci vedeva e se tentavamo di avvicinarci c’era il pericolo che ci attaccasse……..il corridoio che separava la nostra camera era spesso sorvegliato dal gatto (delle foto lo testimoniano)…..un incubo insomma……

Mentre noi ce la spassavamo nel frattempo qui ricominciava la scuola e abbiamo approfittato di un momento libero per chiamare (e quindi sfottere) i nostri poveri compagni.

La vacanza prosegue….tutti impariamo qualcosa…..Roberto ha scoperto il richiamo universale per uccelli/mammiferi/donne/automobili e non perdeva occasione di utilizzarlo….Paolo credo ormai abbia capito che propormi "facciamo pari e dispari?" non è una buona idea (non ha mai vinto)….e io….beh…nonostante gli attacchi di solitudine non posso di certo dire di non essermi divertito…….ho scoperto che mi era stato attribuito a mia insaputa un soprannome: Gange (non sono incontinente se lo state pensando), che all’inferno esiste il "girone degli operai" che sono condannati a venire schizzati dal muco di Lorena e che esistono spacciatori anche di preservativi O_O…..sono stato portato in vari negozi interessanti (Profondo Rosso, Studio 13 e Bacillario) e poi tra le tante altre cose ho per la prima volta sperimentato l’ebrezza di vestire dark e di andare al Jungle.
Questo può benissimo essere definito il viaggio delle bestemmie….non credo di aver sentito (e detto) tante bestemmie tutte in una volta…
Tra le altre cose abbiamo anche avvistato su una scala mobile un tizio che probabilmente era convinto di essere la reincarnazione di Darth Vader e un vecchio che sicuramente era parente di Braccio di Ferro.

Abbiamo ritardato la partenza per poterci godere la Notte Bianca e così abbiamo fatto (o almeno ci abbiamo provato). Il pomeriggio del 17 apprendiamo una brutta notizia: si prevedeva pioggia per la notte…speravamo si sbagliassero. La Notte Bianca comincia…piove un po’…niente di troppo preoccupante…con qualche ombrello si sopravvive e si va a vedere Benigni che recita (e commenta) un canto della Divina Commedia (quello di Paolo e Francesca). Davvero toccante devo dire…mi è piaciuto molto.
Stranamente da quando era arrivato non aveva più piovuto…..appena finisce cerchiamo di andar via il prima possibile….ma….è lì che accade la tragedia…il diluvio…l’apocalisse……pioggia…pioggia…pioggia……tantissima pioggia!!! Non credo di essere stato mai così bagnato in vita mia……..dopo un po’ abbiamo buttato gli ombrelli perchè peggioravano solamente la situazione (credo di aver visto anche un tizio che radunava un maschio e una femmina per ogni specie di animale)…….abbiamo girato per Roma cantando a squarciagola come degli idioti la qualunque roba ci veniva in mente…..le bestemmie lì si sono sentite più che mai….
essendo più o meno tutti in uno stato pietoso e soprattutto bagnati siamo andati a cercare rifugio a casa di Eugenia….eravamo tipo 1000 persone in una casa XD…tutti bagnati e bisognosi di cure^o^…ci si è arrangiati con vestiti di fortuna…il phon è stato talmente usato che c’è chi dice che abbia preso vita e assunto il controllo della camera in cui si trovava…ma cosa stesse realmente accadendo in quella stanza non lo sa nessuno……….e dopo esserci rimessi in sesto abbiamo aspettato che l’ira divina si calmasse e siamo nuovamente usciti…questa volta vestiti come dei perfetti idioti….c’era chi aveva dei sacchetti di plastica al posto delle calze…chi era con indosso un pigiama (o qualcosa che ci somigliava tanto)….io sembravo Fantozzi…..ero vestito con una maglietta a maniche corte sottilissima e dei pantaloncini corti…sotto..delle scarpe da tennis (senza calzini) laceravano i miei piedi (sento ancor ora il dolore)..e i miei capelli….argh…i miei capelli…facevano schifo..
comunque la situazione era talmente tragica e disperata da essere ovviamente comicissima…contando anche che abbiamo quasi preso d’assalto un tizio che vendeva panini con salsiccia e hamburger (io ho fatto riempire il mio di schifezze ovviemente)..dopo la mangiata siamo andati ad un concerto di Michael Nyman…molto bello..(credo mi scaricherò un cd)…ma avevo come l’impressione che la gente si stesse chiedendo cosa ci faceva un barbone come me lì…..
dopo il concerto…altra pioggia….fortuna che gli ombrelli sono tornati utili questa volta…..abbiamo provato ad andare a vedere Aldo, Giovanni e Giacomo ma (escludendo il fatto che avevamo un ritardo pazzesco) la scalata della montagna di fango era troppo faticosa…..e dopo aver scoperto cosa si prova a camminare sulla merda abbiamo rinunciato del tutto e abbiamo cercato un autobus per tornare a casa…..

La giornata successiva alla Notte Bianca è decisamente volata via poichè abbiamo dormito parecchio e il resto del tempo è stato dedicato alla preparazione delle valigie. Alle 21:30 siamo saliti sul treno…

La vacanza si conclude nel seguente modo: stamattina, all’arrivo a Lipari dell’aliscafo pronuncio le seguenti parole a Paolo "…ed eccoci tornati qui…dove saremo trattati nuovamente come feccia…" "LIPARIIIII!!!" esclama l’"annunciatore"…ed io…"…esatto…"…

Ed eccomi di nuovo qui…non vedevo l’ora di aggiornare il blog…
Novità: ho cambiato la musica del mio space e ho aggiunto una foto del mio pc (finalmente ho ritrovato quel cavo del cazzo) e naturalmente qualche foto scattata durante questa nostra gita…

 

(Ah! Mentre scrivo sto guardando un video spettacolare (http://www.irwebcasting.com/050916/03/ff3672f7df/main/index_hi.htm) riguardante il controller del Revolution…..che……credo mi abbia appena fatto avere un orgasmo O_O…
PS: la parte importante è poco prima del ventinovesimo minuto)

Questa voce è stata pubblicata in Storie di vita vissuta. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Tre Ragazzi in giro per Roma…

  1. Domenico ha detto:

    avrei dovuto essercisob

  2. Benedetta ha detto:

    Grazie per essere passato nel mio blog…Spero di ritrovarti presto…Complimenti per gli splendidi gusti musicali…Ciao (¯¯`•¸** Betta **¸•´¯¯)

  3. Raz3R ha detto:

    lieto di aver ampliato la tua conoscenza…

  4. Raz3R ha detto:

    Burning burning with desire!!!!!

  5. MarilenA ha detto:

    aspetta…. e secondo te io leggo tutte ste righe? magari un altro giorno, ok? grazie tanto x essere passato a lasciare la firma da me, ritorna quando vuoi, tranquillo ke io ritorno a leggere questo intervento xke ho cominciato e devo finire, ma nn ora xké ho la testa altrove. ti saluto!mia firma-il mito-

  6. MarilenA ha detto:

    ehi ritorno un attimo xke ho visto una cosa oscena!togli immediatamente le foto dei pokemon dallo stesso album in cui hai quelle di tekken 5! ma che scherzi?aaaaaaa……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...