caffè al volo

Parecchi mesi fa, nominai su questo blog un cortometraggio in lavorazione. Tale corto avrebbe dovuto essere il mio lavoro conclusivo per la scuola che frequentavo, ma così non è stato. Problemi di tutti i generi hanno potuto dimostrare per l’ennesima volta come l’impegno sia nulla in confronto alla sfortuna. Ormai l’idea di finire quella scuola è solo un vecchio ricordo, ammassato assieme agli altri. Ma non è questa la sede adatta a parlarne, chi mi conosce a sufficienza sa già ampiamente cosa ho patito, quelli che mi credono perlomeno; ma non è comprensione che cerco, e non ho niente da rimproverarmi. A causa di queste problematiche ho dovuto anche abbandonare l’idea di festeggiare propriamente i miei 21 anni. Poco importa comunque, probabilmente è meglio così.

Tornando a ciò che è davvero rilevante, il famoso cortometraggio che avrei dovuto realizzare ma che poi infine non ho consegnato a causa dei numerosi ostacoli rinvenuti, è già da tempo completo e visionabile online. Non è venuto fuori perfetto come si sperava, però tutto sommato mi piace il risultato. Grazie alla ferrea collaborazione di tutte le persone coinvolte in questo progetto, siamo riusciti a creare qualcosa di piuttosto unico.

 

Tutto comincia il 29 gennaio di quest’anno, quando contatto Odd via messenger mentre mi trovavo in classe…

 

[21.12.32] Dunther:
ascolta
siccome so che sei una mente brillante (non saprei a chi chiedere)
vorrei coinvolgerti in un progetto che mi riguarda (salvami il culo ti prego)
[21.13.05] [0]:
eccomi qua
[21.13.07] Dunther:
😀
[21.13.10] [0]:
pronto a salvare i culi
te lo ricopro d’intonaco se desideri
[21.13.18] Dunther:
uhm no
[21.13.18] Dunther:
ascolta
[21.13.28] [0]:
giungi al dunque
[21.13.37] Dunther (L):
devo fare il mio cortometraggio finale
durata 10-15 minuti
tema libero
[21.14.03] [0]:
uuuuuuuuh
[21.14.13] [0]:
è tutto quello che ho sempre desideratoooo

 

Potrei incollare qui kb e kb di conversazioni dove, attraverso le chattate tra me ed Odd, vengono delineati i vari step che hanno portato alla creazione di caffè al volo, dalla scelta del soggetto fino ai giorni delle riprese, passando per l’incontro per la stesura della sceneggiatura; ma rischierei di rendere l’intervento fin troppo prolisso.
C’era un mezzo progetto di fare un making of del corto, ma sinceramente ora come ora non ho idea se lo realizzerò mai.

Ora vi lascio alla visione di caffè al volo, diviso in due parti per problemi logistici: inspiegabilmente, facebook,, il cui limite di durata video è pari a 20 minuti, reputava l’intero filmato (circa 17 minuti) troppo grande; per YouTube invece il limite è 10, quindi amen, dovrete vederlo in 2 parti.
Nel caso doveste preferire visionarlo (ed eventualmente, lasciare commenti o favoriti) su YouTube, ho provveduto a metterlo anche lì; tuttavia, mi preme ricordarvi che la qualità video di facebook è sensibilmente superiore.

facebook:

YouTube:

 

 

Tenete conto che questo sarà, con tutta probabilità, il mio ultimo cortometraggio; spero vi sia piaciuto, anche se in molti hanno detto di non averci capito nulla.

Questa voce è stata pubblicata in Storie di vita vissuta. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...